VITAMINA E: COS’È E A COSA SERVE

    1. Cos’è la Vitamina E?
    2. A cosa serve la Vitamina E?
    3. Vitamina E e benessere della pelle
    4. Assorbimento della Vitamina E
    5. Alimenti a base di Vitamina E

La vitamina E, detta anche alfa-tocoferolo, è una vitamina liposolubile che troviamo in molti tipi di vegetali e che da anni è conosciuta per la sua potente azione antiossidante.

A COSA SERVE LA VITAMINA E?

La sua azione benefica non si limita all’attività antiossidante, da vari studi in vitro è infatti emerso che la Vitamina E favorisce un incremento delle difese immunitarie e contrasta nel tempo, grazie alle sue potenti azioni antiossidanti,i danni causati dai radicali liberi a carico dei neuroni, determinando un’azione benefica a livello del sistema nervoso e, si ipotizza, dando un piccolo aiuto nel contrastare l’insorgenza di alcune malattie neurodegenerative, è inoltre un toccasana per il benessere della vista e si è anche riscontrata una sua azione antitumorale.

È inoltre stata constatata un’azione benefica in merito alla sensibilità delle cellule all’azione dell’insulina, prevenendo quindi la comparsa di diabete ed insulino-resistenza.

Agisce positivamente anche a livello del sistema cardiocircolatorio grazie alle sue proprietà fluidificanti del sangue, prevenendo quindi l’insorgenza di coaguli del sangue ed infine, la Vitamina E, è anche una grandissima alleata della nostra pelle.

VITAMINA E E BENESSERE DELLA PELLE

La vitamina E la troviamo in numerosi prodotti di bellezza per la pelle, quali creme viso e corpo, oli, sieri e quant’altro.

In questo caso, ovviamente, vengono sfruttate le azioni antiossidanti di questa sostanza che, come detto precedentemente, agisce contrastando l’invecchiamento cellulare e quindi, nel caso della pelle, prevenendo l’invecchiamento cutaneo e l’insorgenza delle rughe.

È raro trovare prodotti di bellezza unicamente a base di vitamina E ma è più comune che sia associata a qualche altra sostanza quale ad esempio l’Acido Ialuronico, il Collagene e la Vitamina A, della quale aumenta anche l’assorbimento, rendendo il prodotto di bellezza in questo modo più completo ed efficiente. Prodotti a base di Vitamina E sono anche molto efficaci nel trattamento di eczemi e acne, nonché di cicatrici e lesioni cutanee.

C’è anche da precisare che l’assorbimento cutaneo della Vitamina E è piuttosto basso se paragonato al suo assorbimento quando assunta per via orale ma diciamo anche che in associazione, appunto, ad altri componenti, esercita un’azione sinergica e potenziata.

ASSORBIMENTO DELLA VITAMINA E

Sono numerosi gli alimenti e gli integratori alimentari contenenti Vitamina E ma prima di vedere quali sono, vediamo un attimo quale percorso segue la Vitamina E una volta assunta per via orale all’interno del nostro organismo.

Essendo, come detto prima, una vitamina liposolubile, ovvero solubile nel grasso, è una sostanza che, date le notevoli quantità di grassi nel nostro organismo, viene facilmente immagazzinata e trattenuta.

Una volta introdotta tramite l’alimentazione, la Vitamine E viene assorbita a livello dell’intestino, trasportata al fegato, dove viene inclusa nelle lipoproteine e poi trasportata nel circolo sanguigno o ceduta ai tessuti, in particolare quello muscolare e adiposo, il suo metabolismo è molto lento e il nostro organismo può immagazzinarla.

Cibi contenenti Vitamina C aumentano inoltre l’assorbimento della Vitamina E, è quindi consigliabile assumerla con questa, sia sottoforma di cibo che, eventualmente, di integratore.

ALIMENTI A BASE DI VITAMINA E

La Vitamina E è ampiamente contenuta in tutta una serie di alimenti e noi stessi abbiamo depositi di Vitamina E, soprattutto a livello del fegato, perciò molto difficile che si verifichi una carenza di questa sostanza nel nostro organismo.

Per quanto riguarda gli alimenti troviamo grande quantità di Vitamina E in vari oli quali quello di germe di grano, di semi di girasole, di mandorla, di arachidi, di oliva, di mais, di palma e anche nell’olio di nocciola.

La troviamo altresì in buone quantità nella frutta secca quale noci, nocciole, mandorle ed arachidi, nelle verdure a foglia verde e nei cereali a grano intero.

Ecco quindi che, data la grande varietà di fonti alimentari contenenti Vitamina E, come detto precedentemente, è difficile andare incontro ad una sua carenza, la quantità ottimale di Vitamina E da assumere quotidianamente, per un adulto, è di circa 10-15 milligrammi al giorno.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *